Decreto Liquidità: finanziamenti fino a 30.000€ (ex art. 13 - comma 1 lettera m)

Il "Decreto Liquidità" (DL 23/2020) convertito dalla L. 40/2020 per finanziamenti fino a 30.000€, concessi inizialmente entro il 31 dicembre 2020 (e successivamente prorogato al 30 giugno 2021 con il comma 244 della legge di Bilancio 2021) a PMI, micro imprese, professionisti, ditte individuali e lavoratori autonomi (ricompresi associazioni professionali, società tra professionisti, agenti e subagenti di assicurazione e broker assicurativi iscritti alla rispettiva sezione nel Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi), la cui attività d’impresa è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19, prevede che il Fondo Centrale di Garanzia rilasci automaticamente garanzia per l’intero importo attraverso modalità semplificate. Fanno eccezione, a norma del successivo comma 245, le garanzie in favore delle imprese con un numero di dipendenti non inferiore a 250 e non superiore a 499 (“mid-cap”), che potranno essere rilasciate dal Fondo, alle condizioni stabilite dal comma 1 dell’art. 13, solo fino al 28 febbraio 2021.
Al fine di dare concrete risposte alle imprese del territorio in questa difficile fase, la Banca ha stanziato un plafond di complessivi Euro 20.000.000,00 da erogare a mezzo di questa tipologia di finanziamenti.

PRINCIPALI CARATTERISTICHE DEL FINANZIAMENTO

  • durata massima 15 anni e preammortamento non inferiore a 24 mesi*;
  • importo finanziato non superiore al doppio della spesa salariale annua del beneficiario (compresi gli oneri sociali e il costo del personale che lavora nel sito dell'impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti) per il 2019 o per l'ultimo anno disponibile (nel caso di imprese costituite a partire dall’1/01/2019, l'importo massimo del prestito non può superare i costi salariali annui previsti per i primi due anni di attività); ovvero al 25% del fatturato totale del beneficiario nel 2019 (ultimo bilancio depositato o ultima dichiarazione fiscale presentata, ovvero altra idonea documentazione anche autocertificata), e comunque massimo 30.000 euro;
  • garanzia del Fondo di Garanzia per il 100% del finanziamento, interamente gratuita;
  • tasso massimo applicabile calcolato in base all'art. 13 - comma 1 lettera m) del convertito Decreto Liquidità n. 23/2020 e successivamente modificato. Tasso che tiene conto della sola copertura dei soli costi di istruttoria e di gestione dell’operazione finanziaria (tasso onnicomprensivo) e, comunque, non superiore tasso non deve essere superiore allo 0,20% aumentato del valore, se positivo, del Rendistato con durata analoga al finanziamento;
  • non è dovuta alcuna commissione sia nel caso di accoglimento che nel caso di diniego della richiesta.

Questa misura di garanzia può essere richiesta dall’Impresa cliente una sola volta e ad un solo Istituto di credito. 

Questa garanzia FdG 100% è concessa anche ai clienti con esposizioni classificate a inadempienza probabile o scadute/sconfinanti deteriorate prima del 31/01/2020, a condizione che alla data di richiesta del finanziamento, le stesse non siano più classificate come deteriorate. Qualora le predette esposizioni fossero state oggetto di misure di concessione, la garanzia FdG 100% è concedibile a condizione che le stesse non siano più classificabili come deteriorate.

Per i finanziamenti ex art. 13 lett. m) già perfezionati alla data di entrata in vigore della Legge di conversione 40/2020, il cliente può chiedere alla banca l’adeguamento alle nuove condizioni introdotte per quanto riguarda l’importo e/o la durata. In base al comma 217 dell'art. 1, il beneficiario degli stessi finanziamenti della lett. m), già concessi alla data di entrata in vigore della legge di Bilancio, può chiedere il prolungamento della loro durata fino ad un massimo di 15 anni, con il mero adeguamento della componente Rendistato del tasso d'interesse applicato, in relazione alla maggiore durata del finanziamento. 

Tempi di gestione della pratica: 25 giorni di istruttoria (intendendo per tale il periodo che va dalla presentazione completa della documentazione richiesta dalla banca alla stipula del contratto) e 3 giorni di messa a disposizione delle somme a seguito della sottoscrizione del contratto, salvo ritardi non ascrivibili alla Banca.

DOCUMENTI DA INVIARE/PRESENTARE ALLA BANCA

 

La Banca favorisce il ricorso a modalità operative telematiche al fine di limitare il più possibile l’accesso fisico presso le filiali (la richiesta di finanziamento potrà essere trasmessa anche attraverso canali quali posta elettronica non certificata, fax, ecc.). Ti invitiamo a consultare le modalità di contatto disponibili con le nostre filiali.

Si invita a consultare il foglio informativo di riferimento presente nella sezione Trasparenza del nostro sito.

 


* Regime fiscale ordinario: imposta sostitutiva pari allo 0,25% dell’importo finanziato.

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Per le condizioni contrattuali ed economiche si rinvia ai Fogli Informativi disponibili in Filiale e nella sezione Trasparenza del sito internet.

Copyright 2013 - Banca di Pisa e Fornacette Credito Cooperativo
Via Tosco Romagnola, 93 - 56012 Fornacette (PI) - C.F. 00179660501 - P.IVA 15240741007 - Tel. +39 0587 429111 - Mail. bancadipisa@bancadipisa.it
Banca aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea
Intermediario soggetto a vigilanza Ivass - Iscrizione al Registro Unico degli Intermediari, sezione D, n. D000026927.
Crediti: idsign