Il nostro sito utilizza cookie di profilazione anche di terze parti per inviare materiale informativo in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni e per negare il consenso al loro utilizzo leggi l'informativa. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Accetto

Gestire i consensi delle terze parti

Postato il: 01 Agosto 2019
Gestire i consensi delle terze parti

Il 13 gennaio 2016 è entrata in vigore la Direttiva 2015/2366 (UE) sui servizi di pagamento, la PSD 2 (Payment Services Directive), Direttiva che è stata recepita in Italia con il Decreto Legislativo 15/12/2017 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 13 gennaio 2018.

La PSD 2 mira a promuovere lo sviluppo di un mercato interno dei pagamenti al dettaglio che sia efficiente, sicuro e competitivo, rafforzando la tutela degli utenti dei servizi di pagamento, sostenendo l'innovazione e aumentando il livello di sicurezza dei servizi di pagamento elettronici.

Tale direttiva trova applicazione in tutte le operazioni di pagamento, in qualsiasi valuta siano espresse, nelle quali anche solo uno dei PSP (del pagatore o del beneficiario) ha sede nell’Unione Europea, anche se, naturalmente, solo per la parte di operazione di pagamento eseguita nell’ambito del Paese aderente all’Unione Europea.

La PSD 2 va a regolare alcuni servizi di pagamento innovativi che prevedono l’inserimento nell’operatività del rapporto tra la Banca ed il Cliente di un terzo soggetto, estraneo allo stesso rapporto contrattuale di conto corrente, che può assumere uno di questi due ruoli:

 “Payment Instrument Issuer Service Providers” (PIISP): effettuano il servizio di disposizione di ordine di pagamento, durante il quale, nell’ambito dei pagamenti effettuati tramite internet, fanno da ponte tra il commerciante (e il suo sito web) e la piattaforma di online banking della banca del pagatore, per disporre pagamenti via internet sulla base di bonifici.

La disciplina di tale servizio prevede che il PISP non entri mai in possesso dei fondi del pagatore e che la Banca presso cui è posto il conto del pagatore sia obbligata a garantire al PISP, l’accesso al conto del pagatore gratuitamente, senza discriminazioni e con le stesse condizioni tecniche ed economiche assicurate al Cliente stesso.

 “Account Information Service Providers” (AISP): possono effettuare interrogazioni per ottenere informazioni riguardanti rapporti, saldi e lista movimenti per un conto corrente associato all’utente, per garantire allo stesso un servizio di informazione. Il pagatore può ottenere, mediante ricorso ad una piattaforma online, un'informativa completa su tutti i propri conti, anche se intrattenuti con molteplici banche (o PSP). Effettuano dunque un servizio di informazione sui conti.

La disciplina di tale servizio prevede che l’AISP (Account Information Service Provider) non possa utilizzare o memorizzare i dati del Cliente o accedere ai suoi conti per nessun motivo tranne quello di fornire il servizio di informazione e che la banca, presso cui il conto è radicato, sia obbligata a garantire questo servizio gratuitamente e senza la necessità che ciò sia disciplinato da un contratto.

 

 

Gestione dei consensi

Tramite MITO Home Banking è possibile gestire i consensi alle terze parti, in questo modo:
 dalla Home clicca sulla sezione “Profilo” in alto a destra:
sul pannello alla destra della finestra principale seleziona “Gestione dei consensi”:
verrà mostrata la schermata in figura:
 Cliccando sul singolo rapporto si apre la finestra di dettaglio da cui puoi selezionare il numero di conto corrente su cui hai dato il consenso AISP. In basso a destra viene mostrato l’elenco delle informazioni che hai deciso di condividere con la TPP. Le informazioni sono presentate in sola lettura.
 Premendo il tasto “Revoca” viene attivato il sistema SCA (Strong Customer Authentication) da cui puoi ricavare il codice da inserire all’interno del campo “Codice di sicurezza”. Per attivare il consenso informativo PIISP seleziona il pulsante “CONSENSI INFORMATIVI FONDI (PIISP)”. Viene mostrata la schermata seguente:
in cui hai la possibilità di visualizzare tutti i consensi filtrando per Nome TPP e Conto Corrente. È possibile attivare un nuovo consenso cliccando sul pulsante “Crea consenso” in basso a destra. Viene quindi visualizzata la schermata seguente:
in cui è necessario inserire:
  • Nome Tpp
  • Conto Corrente
  • Numero Carta
Premendo il pulsante “Crea” dovrai dare conferma attraverso l’inserimento del codice di sicurezza della SCA.


Copyright 2013 - Banca di Pisa e Fornacette Credito Cooperativo
Via Tosco Romagnola, 93 - 56012 Fornacette (PI) - C.F. 00179660501 - P.IVA 15240741007 - Tel. +39 0587 429111 - Mail. bancadipisa@bancadipisa.it
Banca aderente al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea
Crediti: idsign